Giorno G36 : Una finestra per chi non può uscire … oggi su … un GLICINE in fiore (foto scattata a PANZANO in CHIANTI, Firenze) 💕

14 aprile 2020

La finestra di oggi si apre su … un profumato GLICINE in fiore …

E rimanendo a CONTEMPLARLO qualche istante … inebriati dal suo PROFUMO … vengono in mente alcune bellissime righe di un LIBRO ben noto …

Al di là della storia che racconta … i primi paragrafi non sono altro che … meravigliose FOTOGRAFIE …

L’autore compone le PAROLE così bene … che sembra di esserci DENTRO … a quelle decrizioni …

Ci sono FOTOGRAFIE che raccontano la BELLEZZA senza bisogno di parole …

… e ci sono PAROLE che DESCRIVONO la bellezza senza bisogno di fotografie …

Vi auguro quindi … lo stesso PIACERE … nel leggere quanto segue … scritto da Oscar Wilde in “Il RITRATTO di Dorian Gray” …

« Lo studio era intriso dell’odore intenso delle ROSE … e quando la lieve brezza estiva frusciava tra gli ALBERI del giardino … dalla porta aperta penetrava il PROFUMO greve del GLICINE o la FRAGRANZA più delicata del biancospino.

Dall’angolo del divano di cuscini persiani sul quale stava disteso, FUMANDO, com’era sua abitudine, un numero INDEFINITO di sigarette, Lord Henry Wotton poteva appena intravedere lo SPLENDORE dei FIORI di citiso … che hanno la DOLCEZZA e il colore del MIELE … ed i cui rametti FRAGILI parevano quasi incapaci di sostenere il peso di tanta SCINTILLANTE bellezza.

E di quando in quando … l’OMBRA fantastica di un uccello in VOLO si proiettava e scorreva sulle pesanti tende di SETA … che … aperte davanti alla grande FINESTRA … producevano una specie di FUGGITIVO effetto GIAPPONESE … e facevano pensare a quei pallidi PITTORI di Tokyo … dal viso di GIADA … che, pur servendosi di un’ARTE necessariamente STATICA, cercano di darci il SENSO della velocità e del movimento.

Il CUPO ronzio delle api che si facevano strada attraverso l’ERBA lunga … non rasata … o giravano con INSISTENZA monotona intorno alle punte dorate e impolverate del caprifoglio rampicante … pareva rendere il SILENZIO e l’IMMOBILITÀ dell’ora ancora più opprimenti.

Il rombo confuso di Londra sembrava la vibrazione delle note basse di un ORGANO lontano. »

Aprite dunque le finestre … oggi … e sentirete entrare un delicato profumo di … GLICINE …

Laisser un commentaire